È ufficiale: Michele Maragliulo è il nuovo Direttore Sportivo.

Come si vociferava già in questi giorni dopo aver lasciato lo Spes Artiglio, Michele Maragliulo approda alla corte della Famiglia Gaglio per ricoprire il ruolo di Direttore Sportivo.

Daniele Muraro questa sera lo intervista per dargli il benvenuto nella Famiglia Bianco – Rossa.

Il Presidente Gaglio con il nuovo Direttore Sportivo Michele Maragliulo.

Buonasera Michele, in primis presentati e raccontaci come sei approdato a Ponte Di Nona per ricoprire la carica di Direttore Sportivo e il motivo che ti ha fatto scegliere la società della Famiglia Gaglio.

Buonasera a te, arrivo a Ponte di Nona dopo che, avendo conosciuto Mimmo Gaglio sui campi e tramite una grande amicizia in comune, decidiamo un giorno di pranzare insieme dopo una puntata di Sport In Oro dove entrambi eravamo ospiti, per parlare meno superficialmente del nostro percorso calcistico regionale, degli obiettivi legati al mio di percorso ed ai suoi come capo famiglia del Ponte di Nona. Da quel giorno ci siamo sempre tenuti in contatto, personalmente non avrei mai pensato di lasciare la Spes Artiglio, nonostante avessi ricevuto, oltre al confronto col Pres almeno altre 4 o 5 proposte di livello, sempre in ambito romano, ma la differenza rispetto alla mia scelta l’ha fatta la serietà, la costanza e la passione che Mimmo Gaglio mette a disposizione del Ponte Di Nona. Sono un dirigente molto passionale, oltre alla competenza cerco di mettere a disposizione del gruppo tecnico anche la voglia d’arrivare, il carisma, e se non sento calore attorno al progetto comune, non perdo ne faccio perdere tempo a nessuno senza iniziare nessun tipo di discorso. Nel presidente ho denotato una fame di calcio che in giro raramente si trova. Lui è il primo tifoso

Quali sono state le prime impressioni sulla nostra società?

La società è strutturata, è presente la proprietà, la segreteria e la scuola calcio sono funzionanti reggendo grandi numeri, è raro trovare una società dilettante così pianificata, con addirittura un responsabile della comunicazione. Cose da calcio vero insomma, che al sottoscritto affascinano molto. E poi, oltre alla grande prospettiva che vedo legata alle ambizioni della proprietà, sono curioso dello sviluppo che il quadrante dell’est di Roma sta vivendo dal punto di vista demografico. E, come ultima cosa, mi ha colpito la fidelizzazione che i tesserati e i loro genitori esternano qui a Ponta Di Nona, cosa rara per una società di calcio così giovane.

Michele Maragliulo, nuovo Direttore Sportivo del Ponte Di Nona

Illustraci la tua idea di calcio e il tuo modo di operare

Ribadisco… Sono molto passionale che vuole sempre e solo usare il Noi piuttosto che l’Io. Nel mio ultimo percorso alla Spes Artiglio il mio più grande vanto non sono le categorie riprese, ma il fatto che ho iniziato con uno staff tecnico e dopo tre anni, posso dire d’aver sollevato dall’incarico solo un mister ed un preparatore. Cosa incredibilmente positiva, a mio avviso, la mia più grande vittoria. Nessuno arriva senza staff, direttore mister o presidente che sia, bravo o scarso quanto si vuole… Ma ci si salva e si vincono i campionati col gruppo, di staff. Non mi stancherò mai di dirlo… Nessuno arriva da solo. Il collettivo è determinante. Una società forte, strutturata e unita, ha come riflesso squadre armoniose fatte di ragazzi che in campo vincono seguendo regole ben precise, sia tattiche, sia morali che di stile. Per concludere come dicevo sopra sono un passionale, vivo le gare in maniera energica e cerco sempre di trasmettere la mia voglia ai ragazzi, a volte mi si sente… anche troppo(Ride).

Sappiamo che è presto per parlare di obiettivi, ma per la prossima stagione quali sono i propositi/obiettivi?

Per quello che riguarda gli obiettivi, al momento aspettiamo i risultati legati al campo, una volta emessa la sentenza da parte di quest ultimo getteremo le basi per gli obiettivi di ogni gruppo. Personalmente, nel raggio di 3/5 stagioni vedo le squadre ben solide e tutte in Élite… Questo è l’obiettivo reale che mi pongo, a medio lungo termine. Con l’ausilio di una scuola calcio veramente di qualità, per quel poco che ho potuto vedere… A Ponte Di Nona ci divertiremo nei prossimi anni, i piccolini di oggi ci faranno divertire quando arriveranno in agonistica! Sotto stanno facendo un lavoro incredibile…. Grazie a tutti per l’accoglienza!!!

Intervista a cura di Daniele Muraro©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *