Bernardini ” Mancano 10 passi giganti per arrivare a dama”

Mister Andrea Bernardini, copyright Daniele Muraro.

Intervistiamo questa sera Mister Andrea Bernardini, condottiero della compagine Under 17 Regionale che viaggia prima in classifica.

Mister dopo 20 gare la sua squadra è prima in classifica con 4 punti di vantaggio sul G. Castello, ci sono 15 vittorie, 3 pareggi e 2 sconfitte, qual’è il suo bilancio fino ad ora?

Diciamo che sono soddisfatto per metà perché in ogni situazione si può, e si deve fare di più. Chiedo sempre ai ragazzi di analizzare le loro prestazioni con molta autocritica e sforzarsi di migliorare laddove sono meno pratici.
Sicuramente stanno interpretando discretamente il lavoro che si svolge in allenamento durante la settimana, ma li esorto sempre a non essere mai pienamente appagati, perché l’umiltà spinge alla continua ricerca del miglioramento personale e collettivo.

Mancano 10 giornate al termine, come vede la sua squadra per il prosieguo del campionato?

Abbiamo davanti 10 passi da gigante per arrivare a “dama”
Il girone di ritorno è sempre molto difficile, gli organici delle squadre sono ormai ben amalgamati e organizzati, e tutti in linea di massima hanno una buona quadratura.
Per questo motivo bisogna rimanere sempre sul pezzo con estrema determinazione.

La sua squadra ha il miglior attacco e la miglior difesa, dati non indifferenti soprattutto se si vuole vincere un campionato, ci dica due parole sulla difesa e due sull’attacco.

I reparti nel complesso sono ben organizzati, durante le sedute settimanali lavoriamo per un buon 70% sugli sviluppi difensivi e offensivi di reparto e di squadra, sforzandoci di aggiungere sempre qualcosa in più al bagaglio di conoscenze che abbiamo acquisito.

La classifica degli Under 17 Regionali.
  • “Non bisogna mai appagarsi totalmente”

D’ora in poi ogni gara sarà una finale dato il vantaggio esiguo sul secondo posto, quale secondo lei tra quelle che mancano, quale pensa sia quella più importante?

Ogni gara nasconde le sue insidie e sono tutte importanti!
Dico sempre alla squadra che per arrivare fino in fondo serve un carattere forgiato nel coraggio, nella forza di volontà e nella ricerca della continuità, che unite ai valori tecnici individuali e di squadra possono illuminare la strada verso traguardi importanti nella vita prima di tutto, e nello sport di conseguenza.
Questi ragazzi hanno un’età importante e noi lavoriamo prima di tutto per formare degli uomini di valore e poi dei bravi giocatori!

Intervista a cura di Daniele Muraro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *